You CAN ONLY WIN

Image

You CAN ONLY WIN
The Band:
Cristina Cassarà - Lead Vocal
Paolo Mugnai – Piano and Keyboards
Maurizio D’Ario – Guitar and Backing Vocalist
Gabriele Agnolini – Bass
Michel Agostini – Drum
Andrea Fantechi – Keyboards and Backing Vocalist
Claudio Meucci – Vocal and Backing Vocalist
Il Nome della Band
Nasce dal titolo di un messaggio inviato al bassista dei Toto Mike Porcaro
Affetto da SLA
LA STORIA
Nasce da una idea di Andrea Fantechi, con il desiderio di tornare sul palco dopo quasi venti anni di assoluta inattività musicale, per promuovere grazie ad una serata a Incisa Valdarno dove abita, durante la storica Festa del Perdono che ogni anno si effettua nella piccola cittadina toscana, la raccolta fondi per la AISLA. La musica deve far ricordare gli anni Ottanta, cioè tutti quei brani che hanno fatto la storia musicale di quel periodo. Dai Talk Talk ai Gun’s & Roses, dai Toto a Billy Idol.
Inizialmente il desiderio e’ quello di effettuare una serata unica e non ripetibile. Riesce a coinvolgere in primis suo nipote, Michel, batterista, maestro, che accetta subito l’idea di una serata musicale al fianco dello Zio. Poi, quasi simultaneamente viene coinvolta Cristina Cassarà, amica di sempre e cantante navigata. Non può non accettare l’invito di Andrea in nome dei meravigliosi vecchi tempi e da un sincero rispetto reciproco indistruttibile. A quel punto, formata la spina dorsale della band, era il momento di trovare gli elementi che avrebbero dato colore e armonia alla causa. Viene coinvolto Gianluca Mazzeschi come bassista che non effettuerà mai una prova con la band in quanto non si sente all’altezza di affrontare un impegno così importante, ne diventerà il fotografo ufficiale, contribuisce però a trascinare all’interno Paolo Mugnai, pianista professionista, maestro di musica e canto, un vero professionista. All’inizio, dati i numerosi impegni non sarà molto presente alle prove, ma con l’avvicinarsi della fatidica data si inserisce in maniera splendida nel contesto allegro della band. Viene contattato Lorenzo Chellini, bassista, vecchio amico di Andrea, tra le sue esperienze vanta collaborazioni anche con Michel, promuove Lorenzo Evangelisti suo amico come chitarrista, ma alcune incomprensioni nate tra i due fanno si che Chellini decida di non essere partecipe al progetto, ma stimola Evangelisti a rimanere all’interno dei piani della band. A quel punto sarebbe mancato il bassista, per il quale la presenza è ovviamente determinante. Cristina consiglia a Andrea di contattare Gabriele Agnolini, anche lui professore di musica e grandissimo insegnante di Basso e contrabbasso in varie scuole dell’hinternland fiorentino che tra l’altro fa parte della band che li vede insieme con gli Alterego, storico gruppo fiorentino. In una sera d’inverno fredda e piovosa, presso un bar della zona fiorentina di Rifredi, Andrea e Gabriele si incontrano e subito Gabriele accetta di partecipare, ben presto tutti capiscono che Gabriele è il vero faro del gruppo, serietà professionale e grandissima preparazione, oltra ad una esperienza musicale infinita ne fanno il vero guardiano durante le prove. A quel punto manca la nota di colore e viene deciso di inserire un duo di coristi, e attraverso il luogo di lavoro di Andrea nel parlare con Claudio, il magazziniere scopre che è un cantante e pianista di pianobar. Visto e preso, quando gli viene formulata la richiesta di partecipare come corista lui non attende un secondo. Mai Andrea lo aveva sentito, ma lo conosceva sul lavoro, sapeva che nonostante la sua giovanissima età era una persona incredibile, testa sulle spalle, umiltà e intelligenza superiore. Visto il grande entusiasmo di Claudio, Andrea non può dire di no ad una amica, Barbara, anche lei cantante, che accetta di fare una prova. La prima sera delle prove ne esce una esibizione generale molto positiva ed entusiasmante, a tratti divertente per tutti, ma alcune problematiche fanno si che Barbara per impegni non possa più essere della band, e che Lorenzo Evangelisti non si amalgami al contesto del gruppo. Viene sostituito ben presto da Valerio alla chitarra, che per un paio di prove si rende protagonista di buone performance ma, per un banale incidente domestico che gli costerà l’inattività per molte settimane, deve declinare l’invito a partecipare alla vita del gruppo. Il panico serpeggia in quanto nel frattempo viene organizzata una serata a S.Casciano Val di Pesa. Andrea contatta un paio di amici, finchè non decide di telefonare allo Studio Parsifal di Sesto Fiorentino, vecchio storico luogo di prove di venti anni prima. Viene contattato Maurizio D’Ario, chitarrista degli Stop, gruppo storico, cover Band dei Toto. Lui accetta di parlarne. Si scopre che Lui e Cristina hanno suonato insieme venti anni prima, e la gioia di entrambi nel ritrovarsi è bellissima e contagiosa per il resto della band. Maurizio si presenta alla grande al resto del gruppo, in primo luogo per la sua bravura indiscutibile, per l’energia e la solarità della persona, e ben presto diventa parte integrante del gruppo. Un vero portento musicale. Mentre vengono eseguite le prove per la serata di S.Casciano, Michel ci comunica la notizia che nessuno avrebbe voluto ascoltare. Non può partecipare alla data. Dopo un paio di giorni di terrore viene contattato Marco Casalini, il primo batterista di Andrea, nel 1997 suonarono insieme entrambi per la prima volta in pubblico, poi è batterista negli Alterego , insieme a Cristina agli inizi degli anni 2000. In un primo momento declina l’invito, poi il cuore gli fa cambiare idea pur consapevole che sarà solo per una serata. La stessa che non vedrà partecipare per impegni improvvisi Paolo Mugnai. Claudio lo sostituirà egregiamente al piano. Il 15 Luglio a S.Casciano la band si presenta con Marco Casalini, Cristina Cassarà, Andrea Fantechi, Claudio Meucci, Gabriele Agnolini, Maurizio D’Ario. La serata numero Zero da il LA alla serata di Settembre, dove tornano i due componenti mancanti.
Il 15 Settembre, su un palco bellissimo, un impianto veramente professionale, un fonico di categoria, Luca Liotti, amico di Andrea, sempre attento al lavoro della band, tanto da esserne l’ottavo uomo, viene dato il via alla serata. Subito prima uniti, i ragazzi invocano la parola chiave per avere successo, “ Divertiamoci”. Ne viene fuori un concerto emozionante per le oltre 600 persone accorse per l’occasione. Un vero e proprio successo, sia di pubblico che di esibizione. Alla fine della serata l’ordine supremo di ognuno dei componenti è NON FERMARSI PER NESSUNA COSA AL MONDO e soprattutto con gli esatti stessi componenti. Da quel momento You CAN ONLY WIN si esibirà in vari locali della Toscana coniando il ROCK ON Tour 2012, che si concluderà il 15 Dicembre 2012 a Terranuova B.ni (AR) per poi mettere insieme le idee per un tour 2013 veramente entusiasmante attraverso i locali più in voga.

Tipologia : Band o Gruppo musicale

Generi : Classic Rock, Pop, Rock

Comune : INCISA IN VAL D'ARNO

E-mail : andrea.fantechi65@alice.it

Sito : www.facebook.com/#!/pages/You-CAN-ONLY-WIN/1582015409

Recapiti 3924652109, 3661502290

Altri contenuti per You CAN ONLY WIN

 

Segnala la pagina You CAN ONLY WIN

Condividi