SkyBlue / Original Band

Image

Gli SkyBlue prendono vita nel 2005 da una visione nata sui tasti bianconeri di Federico e sulle sei corde di Massimo: portare alla luce musica sepolta in qualche recondita piega dell'anima, una musica che a sua volta potesse far riemergere emozioni primordiali in coloro che si avvicinavano a essa.

Nel percorso che porta a questo nirvana musicale, i due fondatori incontrano tre alfieri: Patrizio, con la sua voce a un tempo suadente e stentorea; Alessio, con le vibrazioni profonde e arcane del suo basso; Lorenzo, padrone assoluto del ritmo. Insieme portano a compimento Dust, un'elegia giocosa e ingenua sulla Memoria e il Tempo.

Purtroppo, improvvisamente, Lorenzo abbandona i suoi compagni di viaggio, che si ritrovano senza guida; sperduti nel buio, riescono però a trovare la luce: si tratta di The Plastic Man, un'entità digitale che li scorta verso lidi ormai dimenticati.

Ma il destino aveva in serbo qualcos'altro: dalla suburbia fiorentina arriva un uomo che prende il posto di Plastic Man. Il suo nome è Simone.

La sua batteria ibrida, acustica ed elettronica, è un simbolo della Weltanschauung degli SkyBlue: analogico e digitale non sono in contrapposizione, sono due vie complementari per interpretare la Vita, l'Universo e tutto quanto.

Nel 2012 giunge a compimento il secondo lavoro del gruppo “Every Corner of the world” una commistione d’inediti e cover completamente rivisitate in chiave “Skyblue”. 

Nell’estate 2013, smarrito nella profondità degli abissi Alessio lascia il gruppo.

Il colpo improvviso viene assorbito in breve tempo grazie all’arrivo del grooveman Riccardo, antico custode dell’arte ritmica, dal quale tutti i componenti della band traggono nuova linfa vitale.

Le sperimentazioni musicali e sceniche che avevano sempre contraddistinto il marchio Skyblue si fondono insieme a proiezioni video e alla ricerca di un’identità visiva sempre più forte, nella convinzione che un concerto sia non solo un’occasione per trasmettere la propria idea di musica ma il crocevia di espressioni artistiche e forme comunicative diversificate che portano a concepire un’esibizione musicale come uno spettacolo nel suo senso più generale. In questo scenario si inserisce una vecchia conoscenza della band, un angelo che ha smarrito la via del paradiso, Ilaria, le cui corde vibrano a frequenze ben distinte dai consueti toni baritonali di Patrizio, così che la loro unione generi armonie complementari.

E se il passato è passato, il futuro è ancora tutto da scrivere.  

Tipologia : Band o Gruppo musicale

Generi : Progressive Rock, New Wave, Pop/Funk

Comune : PISTOIA

E-mail : info@skyblue.it

Sito : www.skyblue.it

Altri contenuti per SkyBlue / Original Band

 

Segnala la pagina SkyBlue / Original Band

Condividi